IL SEGRETO DI TARANGA

Taranga si comportava n modo assai strano: usciva di casa alle prime luci dell’alba e non ricompariva prima del tramonto del sole. Le cose continuarono in questo modo anche dopo l’arrivo di Maui, cosicché il piccolo chiese ai fratelli dove abitassero il loro padre e la loro madre, e quelli risposero: ― Non lo sappiamo. Come possiamo dire se essi abitino sopra la terra, o sotto terra, o lontano da noi?

Allora Maui rispose: ― Non importa, li troverò da solo!

E i fratelli replicarono: ― Che sciocchezza! Come puoi indovinare dove sono i nostri genitori, tu, nato per ultimo, quando noi maggiori di te non abbiamo alcuna idea di dove vada nostra madre durante il giorno?

Durante la notte, il piccolo Maui si staccò da Taranga e nascose la sua veste, quindi otturò ogni fessura della finestra e della porta, in modo che la luce dell’alba non venisse a svegliare la madre. Taranga così si svegliò con grande ritardo, e non appena si accorse di ciò che era accaduto, uscì di corsa dalla casa, coprendosi solo di un vecchio mantello di lino giacché non riusciva a trovare i suoi vestiti. Il piccolo Maui la spiò, e vide che essa, sradicato dal suolo un ciuffo di giunchi, si gettava nel buco così formato, e poi rimetteva a posto il ciuffo come se fosse stato il coperchio del buco.

Allora Maui svegliò i fratelli e annunciò loro che avrebbe scoperto il luogo dove Taranga andava ogni giorno. Maui quindi indossò il grembiule e la cintura che aveva sottratto a Taranga, e volò via, tuffandosi nel buco sotto il ciuffo di giunchi.

Volando per le buie caverne del mondo sotterraneo, Maui giunse ad un boschetto di alberi di manapau, e si arrampicò sulla cima d’uno di questi. Sotto l’albero erano radunati un gruppo di uomini, tra i quali Maui distinse Taranga seduta accanto al marito Makeatutara. Quindi prese a staccare delle bacche dall’albero e le gettò sulla testa dei genitori. Quando gli uomini lo videro, presero a lanciare sassi contro di lui, e quando Maui cadde al suolo, Taranga capì che si trattava di uno dei suoi figli, e lo presentò a tutti con il suo nome: Maui-tiki-tiki-a-Taranga.
Allora Makeatutara lo riconobbe come suo figlio, lo condusse in riva all’acqua e fece una cerimonia per purificarlo e santificarlo. Ma il padre saltò per la fretta parte delle preghiere e dei sacri lavacri, così si rese conto che un giorno gli dèi non avrebbero mancato di punire questa colpa facendo morire suo figlio.

Dopo di ciò, Maui tornò dai fratelli per dir loro che aveva trovato i genitori e per spiegare dove abitavano.