Cicoria: Chihorium intybus

N_1_cicoria 053La cicoria è uno dei vegetali più apprezzati sia per le sue proprietà medicamentose e per il suo gusto, in cucina.

La cicoria ha moltissime proprietà, la cicoria detta anche Chihorium intybus è una pianta perenne commestibile originaria del Nord Africa, e diffusa anche in Europa e Asia e da est a sud della Russia, Cina e Giappone, considerata autoctona negli  Stati Uniti del Nord, ma che, al giorno d’oggi, tende a diffondersi in tutto il mondo, soprattutto sulle terre con un clima mite temperato. Ha guadagnato la sua fama nell’antichità per i suoi usi terapeutici: gli antichi egizi la usavano per trattare i problemi al fegato e della cistifellea.

Cicoria: Chihorium intybus

Cicoria

Cenni storici sulle proprietà della cicoria:

Durante i secoli, la cicoria è stata consumata in grandi quantità, perché si credeva che l’erba potesse  purificare il sangue ed eliminare le tossine dal fegato. In Francia, nel periodo napoleonico, la  cicoria è stata usata come surrogato del caffè. In Inghilterra e negli Stati Uniti, questo esempio fu presto seguito. Mentre la radice di questa erba è usata come surrogato del caffè, le altre parti vengono utilizzate sia in cucina (specialmente in insalata), sia come medicina. Rispetto al vero caffè, la cicoria stimola il sistema nervoso, sostenendo le capacità mentali e di concentrazione. Questa erba è raccomandata anche per combattere gli stati di sonno e di astenia. Grazie alle sostanze che contiene (come chicorine e colina) l’erba ha potere  lassativo e caratteristiche simili, stimola la digestione e la secrezione del pancreas, regolando la quantità di glucosio nel corpo umano e permette di regolare e diminuire il livello di colesterolo.

L’aspetto della cicoria è diviso in due parti: una ampia, di colore verde chiaro, con foglie inferiori lanceolate, simili a spinaci e piccole, e foglie superiore sparse  e unite insieme in un groviglio di ramificazioni di steli che crescono fino a circa 2 metri di altezza. Attraente, pallido azzurro fiori la forma di margherite fioriscono in gruppi di due o tre sugli steli più duri; un’altra parte, più matura, di colore verde scuro, con foglie inferiori grandi ed estremamente amare.

La cicoria è una pianta perenne con una radice a fittone lunga, simile ad un dente di leone, ed è questa radice rubinetto che viene tostata e utilizzata come additivo per il caffè. “Indivia belga” è spesso il nome dato alla cicoria sbollentata, ed è una forma vegetale bianca facilmente reperibile nei negozi di frutta e verdura, il cui sapore è  rinfrescante e appetitoso, amaro e croccante.

La cicoria pelate, chiamata ‘barbe de Capucin’ dai francesi, è noto anche come ‘witloof’ in Belgio, ed è ottenuta attraverso la privazione in sfavore delle piante, le quali assumono un colore bianco crema e praticamente perdono quasi il loro sapore amaro. Ciò si ottiene tagliando le cime delle piante circa sei mesi dopo averle piantate. Le radici vengono poi poste in posizione verticale in una scatola, lasciate in un terreno sabbioso e tenute in un luogo umido, oscuro e caldo e sono illuminate da un piccolissimo fascio di luce di massimo 15 cm di diametro. Come le foglie nuove crescono, si sviluppano come fogliame pallido che sembra un cuore di lattuga allungata color crema lascia circa 6 pollici (15 cm). L’esposizione alla pochissima luce durante questo processo, conferirà alle foglie un colore giallo-verde.

Le prime menzioni della cicoria risalgono a 4000 anni fa essendo stata ritrovata citata nel papiro di Ebers.

Nel 1300 il botanico tedesco Conrad di Megenberg la chiamò “sponsa solis” ovvero “sposa del sole” per il fatto che i suoi fiori si aprissero e chiudessero con il sole.    

Proprietà e dei benefici di cicoria:

Nella cicoria troviamo sostanze importanti come l’inulina, la cicorina, la colina, il tannino, l’acido cicorico, amido, protidi, sali minerali e vitamine (B, C, K, P). La radice della pianta contiene la più alta concentrazione  delle suddette sostanze. Vari studi dimostrano che l’inulina riduce notevolmente il rischio di cancro intestinale. Il tannino funziona come astringente, disinfettante, tonico, disintossicante ed ha un leggero effetto antibiotico. Favorisce il funzionamento e  gli effetti della colecisti . Attraverso le sostanze amare presenti nella cicoria, viene stimolata la digestione e anche il drenaggio del fegato e della colonna vertebrale. Queste sostanze aiutano a ridurre la fame e stimolano la sensazione di pienezza. La cicoria aiuta l’organismo ad assorbire meglio il calcio ed altri minerali.

Le miscele contenenti cicoria sono efficaci nel trattamento di problemi digestivi, gastrite, epatite, problemi alla cistifellea, enterocolite, vermi intestinali, emorroidi. Grazie ai composti attivi dalle erbe, si può avere una diminuzione della glicemia e del colesterolo e, di conseguenza, una riduzione del rischio di contrarre il diabete o di formazione di sclerosi (placche) nelle arterie. Altre afflizioni trattate da cicoria sono: acne, anemia, anoressia, problemi cardiaci, artriti, astenia, disturbi del fegato e della colecisti, congestione epatica, disturbi della milza, depressioni, dermatosi, diminuzione delle secrezioni biliari, emicrania, foruncolosi, epatite, idropisia, ittero, infezioni dell’apparato urinario, insufficienza biliare, litiasi, stanchezza, febbre, parassitosi intestinali, reumatismi. 

Cicoria per depurare e disintossicare l’organismo:

Miscele di cicoria aiutano a disintossicare il corpo e regolano il metabolismo, e sono consigliate a coloro che soffrono di foruncolosi, acne, intossicazioni. In caso di somministrazione dei trattamenti a base di cicoria, nei casi di persone con un notevole appetito, si raccomanda che l’assunzione della miscela avvenga tra un pasto e l’altro. Se l’obiettivo è quello di stimolare l’appetito, la miscela di cicoria dovrebbe essere somministrata prima di cena.

Cicoria contro il nervosismo:

Per ridurre la glicemia, è consigliato  il consumo di due tazze di infuso cicoria al giorno, o una tazza di decotto prima di cena. Una tazza di infuso di cicoria prima di cena stimola la digestione ed è consigliata negli stati di nervosismo, astenia, tosse. Per preparare l’infuso di cicoria, bisogna mescolare due cucchiai di cicoria in un litro di acqua bollente e lasciare per 10-15 minuti. Per il decotto, bisognerà versare una piccola quantità di radice secca di cicoria in un litro di acqua bollente che poi dev’essere lasciata raffreddare per circa 15 minuti. Il succo di cicoria disintossica il corpo: a tale scopo si raccomanda di assumerne 2-3 cucchiai al giorno. Per preparare succhi di cicoria è necessario bollire 1 litro di infuso cicoria che viene mescolato con 1 kg di zucchero, fino a quando il liquido diventa denso, come lo sciroppo. Se necessario, in caso di problemi polmonari, può essere preparato un tipo di marmellata a base di radice di cicoria. Le foglie di cicoria sono efficaci se usate in bendaggi per tagli e contusioni. I cataplasmi possono essere preparati con  infusione, in caso di acne, foruncolosi, tagli e lividi.

 

La cicoria nei Fiori di Bach:

Fiori di Bach – Chicory (Cichorium Intybus)

“Questo è il fiore di Bach per l’amore incondizionato”.

Ma attenzione, nel suo stato negativo, la personalità “chicory” può essere  la più prepotente ed esigente di tante altre.

Lo stato negativo “chicory”  è costituito da un continuo bisogno di controllare, di essere al centro dell’attenzione, di essere costantemente rassicurato sull’amore della famiglia. Questi sono i bambini che piangono incessantemente se lasciati da soli anche per poco, e che usano come strumento di corruzione, come arma, fino anche ad ammalarsi davvero pur di attirare l’attenzione.

Negli adulti la necessità di controllo si presenta come una sorta di un amore materno estremo, possessivo. La personalità negativa “chicory” cercherà di controllare e organizzare tutte le attività per la sua famiglia e quelle della sua cerchia di amici. Questa persona è sempre lì, a “mettere le cose a posto” quando gli altri non incontrare il suo standard di performance. Il suo piacere sembra provenire dal commentare, criticare, ed esigere.

 

Il suo amore è condizionato: “Ti amerò se …”

Questa è la madre che insiste sul fatto che i suoi figli trascorrano ogni vacanza con lei  e che rende la loro vita miserabile, se non la soddisfano. Farà di tutto per indurre sempre continui sensi di colpa, pur di raggiungere i suoi obiettivi. Negli adulti, così come descritto nei bambini, la malattia può essere utilizzata come un’arma per attirare l’attenzione.

Spesso, lo stato negativo di “chycory” è il risultato di un’infanzia priva di amore. Così, il bisogno di affetto deriva da una mancanza di appagamento e la sensazione di essere indesiderati. La sensazione di indegnità impedisce questa personalità di essere in grado di dare amore a se stessa, e quindi cerca costantemente amore dagli altri.

Una volta aver riportato l’equilibrio attraverso il trattamento con l’assunzione del Fiore corrispondente, la personalità “chicory” troverà una grande forza interiore e una forte capacità di amare incondizionatamente. Nel suo stato positivo, la personalità “chicory” diventa la “madre eterna”, che diffonde gentilezza, calore e sicurezza e garantisce un rifugio disinteressato per il prossimo, senza aspettarsi alcuna ricompensa …

 

Effetti collaterali e controindicazioni della cicoria:

La cicoria preferibilmente non dovrebbe essere utilizzata (o quanto meno è necessario il consulto medico) da donne in stato interessante per via della sua azione utero-stimolante e nemmeno da soggetti con problematiche di calcoli, colecistite e calcoli.

http://www.inerboristeria.com/cicoria-chihorium-intybus.html