Ivan

Noi che si rema contro la notte

Giovani figli del primo pomeriggio

Piantiamo un chicco in questa sincope del giorno

Strappandola al ricordo del sogno

Alla quiete di due occhi svenuti

All’immobile rigirarsi del sonno

Noi che si rema contro la notte

Si vede quasi l’alba la sera

Il sole tra le stelle

Il tram tra le guglie

Mentre il buio t’ammicca

Con uno sguardo sprofondato di seduzione disperata

Noi che si rema contro la notte

Si sta la sera a letto a sognare di sognare

Non ci si ricorda di tirar su i remi in barca

Il mondo ci sfugge al contrario cascandoci addosso

Ma la nostra forza è una scintilla che brucia

Soffocata dalla luna più testarda

Ai piedi delle cascate del cielo

http://masadaweb.org

Annunci