Kodama (spirito)

kodama“Kodama” Tratto dal: Gazu Hyakki Yagyō da Toriyama Sekien

Un Kodama è uno spirito che vive in un albero. Inoltre, gli alberi in cui i Kodama vivono, sono anch’essi chiamati Kodama

(Simili alle Driadi della mitologia greca).

Inoltre, il fenomeno chiamato “yamabiko “, dove il suono si trasmette con un certo ritardo tra montagne e valli, a volte è ritenuto come l’atto di questo tipo di spirito, il Kodama.

Questi spiriti si pensa che si muovano agilmente tra le montagne, secondo la loro volontà. Un Kodama nel suo aspetto esteriore è molto simile ad un comune albero, ma quando si tenta di tagliarlo dal basso si incorre in una maledizione esso è quindi considerato detentore di una sorta di misterioso potere soprannaturale. Gli alberi che hanno un Kodama vengono tramandati dagli anziani di quella zona, nel succedersi delle generazioni, e protetti. Si dice che gli alberi che hanno un Kodama che vive in loro siano di un certo tipo e c’è anche la teoria che se dovessero venire tagliati, vi uscirebbe del sangue.

Un Kodama è anche visto come un qualcosa che può essere inteso come divinità della montagna; il dio albero tratto dal vecchio Kojiki, Kukunochi no Kami, è stato interpretato come un Kodama, e nel dizionario del periodo Heian, nel Wamyō Ruijushō, vi è una dichiarazione sulla divinità albero chiamate col nome giapponese “Kodama”. NeI racconto di” Genji” ci sono affermazioni come “è un oni, un dio (kami), una volpe (Kitsune), o uno spirito albero (Kodama)”. Si dice che possano assumere l’aspetto di luci fantasma atmosferiche, di bestie, e di esseri umani, c’è anche una storia in cui un Kodama che si innamora di un essere umano, al fine di poterlo avvicinare assume anch’esso l’aspetto di un essere umano.

A Aogashima, nelle Isole Izu, i santuari sono costruiti alla base dei grandi alberi Sugi in montagna e sono adorati con il nome di “kidama-sama” e “Kodama-sama,” e, quindi, sono le visibili vestigia testimonianti la credenza negli spiriti degli alberi. Inoltre, nel villaggio di Mitsune su Hachijo-jima, ogni volta che un albero veniva tagliato, c’era una tradizione che si dovesse offrire una festa per lo spirito dell’albero “kidama-sama.”

A Okinawa, gli spiriti degli alberi sono chiamati “kiinushii,” e ogni volta che un albero viene tagliato, si dovrebbe in primo luogo pregare il kiinushii e solo dopo tagliarlo. Inoltre, quando ci si imbatte nell’eco di un suono simile ad un albero caduto nel cuore della notte, si pensa che non siano alberi davvero caduti, bensì la voce angosciante del kiinushii, che preannuncia che l’albero sarebbe poi morto diversi giorni più tardi.

Nella collezione di raffigurazioni yokai, il Gazu Hyakki Yagyō da Toriyama Sekien, sotto il titolo (“Kodama”), un uomo di mezza età e una donna sono raffigurati in piedi accanto agli alberi, qui si afferma che quando un albero ha passato 100 anni di età, uno spirito divino viene a sostare al suo interno, e mostra il suo aspetto.

Secondo il manuale di Ryōbu Shinto “Reikiki” del 13mo secolo, gruppi di Kodama possono essere trovati nelle zone interne di montagna. Occasionalmente parlano, e possono soprattutto essere sentiti quando una persona muore.

Anche nei tempi moderni, tagliare un albero che ospita un Kodama si crede che possa portare sfortuna, e questi alberi sono spesso contrassegnati con una corda shimenawa.

Il culto degli alberi, per primo in Nord Europa, può essere osservato anche in altri paesi oltre al Giappone.

 

Kodama nel “Principessa Mononoke”

I Kodama appaiono nel film d’animazione “Principessa Mononoke, in cui sono descritti come piccoli umanoidi bianchi con grandi teste in movimento simili a maschere, in una scena, San (Principessa Mononoke) abbatte un alberello. Essi si radunano come una folla intorno ad esso. Vicino al culmine, quando gli alberi cominciano a morire, i Kodama sono visti cadere dall’aria e dissolversi sul terreno. Alla fine, quando la foresta ricomincia a crescere, un singolo Kodama viene visto camminare fuori dal bosco.

Le razze che si trovano nelle regioni forestali nel” The Legend of Zelda”, come il Kokiri da “Ocarina of Time”, il Koroks da The Wind Waker e le scimmie di Twilight Princess sono stati ampiamente considerati come interpretazioni dei Kodama nel corso della serie ‘.

 

Tratto da Wikipedia

Traduzione di N.B.

Annunci