A quindici anni scopre una città Maya osservando le stelle: La Nasa lo premia

mayaWilliam Gadoury, 15 anni, canadese, ha scoperto una città Maya ancora sconosciuta nella penisola dello Yucatan. Si tratta di uno dei 5 centri maggiori della civiltà precolombiana, sorge nel mezzo della giungla messicana ed è stato ribattezzato “Bouche de feu” dal piccolo scopritore, che ha ricevuto una medaglia al merito da parte dell’Agenzia Spaziale Canadese, un riconoscimento da parte delle Nasa e la promessa di un pubblicazione su una rivista scientifica. Il giovane è riuscito a individuarla, senza recarsi sul posto, grazie a una teoria da lui elaborata secondo cui i Maya sceglievano i luoghi dei propri insediamenti in base alla forma delle costellazioni. Esisterebbe infatti una corrispondenza tra la disposizione delle stelle nel firmamento e la posizione geografica delle città. Il regno dei Maya si estendeva sul territorio dell’area meridionale del Messico (Chiapas, Quintana Roo, Campeche, Yucatán), Guatemala, El Salvador e nel Belize.

a cura di SILVIA DE SANTIS