Wodhiz: il Furore Guerriero

il_570xn-1059820199_qdrwdi viandantedelnord

Wodan id est furor” citava Adamo da Brema indicando come la radice stessa del nome avesse a che fare con la Furia, la stessa Furia sovrumana che coglieva i Guerrieri Sacri votati a Odino meglio conosciuti come Berserker (Orsi) e Ulfedhnar (Lupi). Radunati in congregazioni chiamate in sassone Mannerbunde o Comitatus, come cita Tacito nella sua opera “Germania”, erano un gruppo omogeneo di uomini uniti tra loro da un forte legame e votati a Odino attraverso un’Iniziazione collegata alla Runa Uruz. Appare chiara la radice che unisce i nomi Wotan-Woden (Odino) e Wodhiz, una radice che significa appunto Furia o Furore Guerriero, quel Furore dal quale venivano invasati i Guerrieri Sacri prima di scendere in battaglia e che sottolineava la loro pericolosità persino per gli stessi amici. Lo stato di Wodhiz veniva acquisito attraverso particolari rituali che in molti casi contemplavano l’uso di sostante psicotrope come l’amanita muscaria, il celebre fungo allucinogeno che si trova spesso nelle fiabe odierne. Attraverso tali rituali i Guerrieri venivano pervasi da una furia sovrumana poiché era lo spirito stesso di Odino-Wotan che scendeva dentro di loro facendoli diventare forti come orsi o tori, insensibili al ferro e al fuoco e pervasi da un calore così potente che poteva sciogliere la neve standoci semplicemente seduti sopra. Il risultato di tali pratiche permetteva al Guerriero di “andare fuori di testa”, cioè di trascendere la parte razionale facendosi impossessare dallo spirito del Dio. Tale stato di Wodhiz era definito anche “Berserksgangr”. Una volta entrati in questa condizione, i Guerrieri diventavano così furenti da risultare incontrollabili, insensibili al dolore e alla fatica seminando il panico tra le schiere nemiche. Ancora oggi, in un particolare slang della lingua inglese, il termine “to go berserk” sta ad indicare “andare fuori di testa”. Questa peculiarità dell’acquisizione del Wodhiz non apparteneva solo ai Guerrieri votati a Odino. Sembra ad esempio che nel Mabinogion, gruppo di testi in prosa provenienti da manoscritti gallesi medievali con numerose antiche reminiscenze mitologiche irlandesi, taluni guerrieri venissero pervasi da tale Furia che poteva essere sedata solo immergendo il corpo del Guerriero dentro una tinozza di acqua ghiacciata. Stato di Wodhiz e rabbia incontrollata: una sostanziale differenza di approccio e di essenza che intercorrono tra i tempi moderni e quelli antichi, il cui elemento fondamentale è lo stato di estasi guerriera raggiungibile, in quanto incanalato dello spirito del Dio.

https://viandantedelnord.wordpress.com/

Annunci