No Comment

Le leggi della Fisica secondo i Napoletani.

Un corpo in assenza di forze sviene.

Un corpo incandescente trattiene il calore finche’ ‘nu strunzo non ci mette una mano sopra

Tutti i corpi tendono a sguarrarsi.

Tutti i gas tendono a fetare.

La velocita’ della luce e’ nu limite invalicabile, ma chiu’ veloce assai che l’acqua e ‘o gas

Le particelle di un fascio tendono a divergere dopo che il fascio e’ passato vicino al centro sociale occupato.

Un corpo che in assenza di collisioni percorre lo spazio del campo profughi si dice corpo diplomatico ma tiene paura comunque.

La conservazione della quantita’ di moto non e’ garantita nei parcheggi incustoditi.

Un muorto immerso in un liquido galleggia.

Un corpo che viaggia nel vuoto assoluto, con moto rettilineo uniforme, dopo un paio di ore comincia a scazzarsi u’ cazz

Un fascio di elettroni che attraversa una vasca da bagno fa scattare il contatore della luce in tutto il condominio.

Un’astronave che viaggiasse in prossimità’ di un buco nero tenderebbe ad impennare di seconda.

Tratto dal libro “Il mio ragazzo è un genio, me l’ha detto lui – Gianfranco Marziano”

 

Annunci