Rumi

Sono pulviscolo in un raggio di sole.

Sono la luce del sole rotondo.

Riposati, dico al pulviscolo.

E al sole… Continua a muoverti.

Sono la nebbia del mattino e il respiro della sera.

Sono il vento che accarezza un bosco e la schiuma che va sulla scogliera.

Un albero, un timone, una chiglia e un timoniere e sono pure la barriera corallina che li affonda.

Un altro albero e un pappagallo ammaestrato sui suoi rami.

Silenzio, pensiero e voce.

L’aria musicale che diffonde un flauto, la scintilla di una pietra, la luce intermittente del metallo.

Una candela e la falena impazzita che le gira intorno.

Una rosa, e l’usignolo che si pere nel suo odore.

Sono ogni genere di essere, la galassia che ruota, l’intelligenza dell’evoluzione, chi viene su con l’onda, e chi sparisce.

Quello che c’è e quello che non c’è.

Tu che conosci Jalal Ad Din, Tu, l’Uno nel Tutto, dimmi chi sono io.

Dimmi che sono Te.

 

Fonte: Sid Atma http://unicacoscienza.altervista.org

Annunci